Notizia

Cellnex Telecom collabora con i fondi di emergenza gestiti da  ACNUR e Medici Senza Frontiere

 

  • Per il settimo anno consecutivo, la compagnia destina la sua voce di bilancio specifica per gli ossequi natalizi alle organizzazioni non governative

 

Barcellona/Roma, 4 dicembre 2017. – Anche per questo Natale, Cellnex Telecom continua la sua politica di collaborazione con le organizzazioni non governative, e quest’anno destina la sua donazione corporativa ai fondi di emergenza gestiti da ACNUR (Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati) e Medici Senza Frontiere, -delegazione italiana di Medicos Sin Fronteras.

Da ormai sette anni, l’operatore di servizi e infrastrutture di telecomunicazioni destina la sua voce di bilancio specifica per gli ossequi natalizi alle organizzazioni non governative.

In quest’occasione, Cellnex destinerà la sua donazione ai fondi d’emergenza raccolti e gestiti da ACNUR e Medici Senza Frontiere. Queste organizzazioni svolgono il loro lavoro di sostegno alle popolazioni nelle zone colpite da disastri naturali o da conflitti armati.

 

Il Comitato spagnolo di ACNUR (Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati)

Il Comitato spagnolo di ACNUR raccoglie fondi per soddisfare le esigenze dei rifugiati e degli sfollati più vulnerabili, sostenendo i programmi di aiuti umanitari di ACNUR (alimenti, cure mediche, acqua potabile e misure sanitarie, istruzione, rifugio e infrastrutture basilari, assistenza legale e protezione internazionale, ecc.) in tutto il mondo.

 

Medici Senza Frontiere

MSF è presente con uffici in 28 paesi e conta con più di 35.000 persone in tutto il mondo. Sin dalla sua creazione, MSF ha curato più di cento milioni di pazienti, con 9.792.000 visite ambulatoriali realizzate solo nel 2016.

MSF conserva la sua assoluta indipendenza rispetto a governi ed istituzioni. MSF, inoltre, si riserva il diritto di intervenire pubblicamente per attrarre l’attenzione su crisi trascurate, criticare deficienze o cattivi usi del sistema di assistenza e difendere il miglioramento delle cure e dei protocolli medici.

MSF rifiuta l’idea che i paesi poveri si meritino servizi medici di terza categoria, e si sforza dunque di prestare ai suoi pazienti un’assistenza di massima qualità. Al contempo, e con lo stesso impegno, MSF cerca costantemente di migliorare le pratiche interne della sua organizzazione. Nel corso degli anni, MSF ha ricevuto numerosi premi di prestigio in riconoscimento del suo lavoro umanitario nell’ambito medico. Nel 1999 MSF ha ricevuto il Premio Nobel per la Pace.

 

Cellnex Telecom

Cellnex Telecom è il principale operatore indipendente europeo di infrastrutture di telecomunicazioni wireless, con un portafoglio di più di 24.000 siti. Cellnex svolge le sue attività in Spagna, Italia, Paesi Bassi, Francia, Svizzera e Regno Unito.

Cellnex struttura la sua attività in quattro grandi ambiti: servizi per infrastrutture di telecomunicazioni, reti di diffusione audiovisiva, servizi di reti di sicurezza ed emergenza, e soluzioni per la gestione intelligente di infrastrutture e servizi urbani (Smart cities e “Internet delle Cose” (IOT)).

La compagnia è quotata sul mercato continuo della Borsa spagnola e forma parte degli indici selettivi IBEX35 e EuroStoxx600. Forma, inoltre, parte degli indici di sostenibilità FTSE4GOOD e CDP (Carbon Disclosure Project).

Cellnex Telecom vanta una politica di Responsabilità Corporativa che prende come riferimento gli standard internazionali (come il Patto Mondiale delle Nazioni Unite) e fa proprio il contesto gestionale specifico della norma ISO 26000. Nel suo Piano Direttivo di RC la compagnia stabilisce gli obiettivi, le azioni e gli indicatori di follow up dei vari settori di sostenibilità definiti. Annualmente, la compagnia pubblica la sua Relazione Annuale Integrata, elaborata secondo lo standard GRI, sottoposto ad audit esterno indipendente.



Related content