Notizia

La BEI sostiene lo sviluppo di infrastrutture di telecomunicazione mobile in Spagna e Italia mediante un prestito di 100 milioni di EUR a Cellnex con la garanzia del “Piano Juncker”

 

Barcellona, 7 Dicembre 2017.- La Banca europea per gli investimenti (BEI) e Cellnex Telecom hanno sottoscritto un accordo per lo sviluppo di nuovi investimenti che consentiranno di migliorare e accrescere la capacità delle infrastrutture di telecomunicazione mobile a banda larga in Spagna e in Italia. Il sostegno della BEI, attraverso un finanziamento di 100 milioni di EUR, contribuirà alla costruzione di nuove torri di telecomunicazione e di connessioni alle reti degli operatori mobili mediante fibra ottica nonché di collegamenti radio. L’accordo può contare sul sostegno del Fondo europeo per gli investimenti strategici, il FEIS (altrimenti noto con la sigla inglese EFSI), che costituisce il pilastro centrale del Piano di investimenti per l’Europa (conosciuto come «Piano Juncker»).

In concreto, Cellnex prevede di installare nuovi siti per le telecomunicazioni, in ambienti sia urbani che rurali, nonché nodi «DAS» (Distributed Antenna Systems, sistemi di antenne distribuite) in punti in cui la domanda di comunicazioni mobili a banda larga è particolarmente elevata. Le nuove infrastrutture permetteranno agli operatori di migliorare la copertura e la capacità delle rispettive reti.

Il finanziamento BEI contribuirà altresì all’adeguamento di siti già esistenti con l’obiettivo di ampliarne la capacità e consentirne così la condivisione da parte di diversi operatori. Tale ottimizzazione dell’utilizzo delle infrastrutture eviterà la duplicazione delle torri di telefonia.

Gli investimenti finanziati dalla BEI saranno inoltre fondamentali nella preparazione delle reti mobili all’arrivo del 5G, una tecnologia che richiede molti più siti rispetto al 4G, seppur di minori dimensioni. L’accordo contribuirà così ad assicurare il rispetto dell’Agenda digitale europea, tra i cui obiettivi figura la possibilità di offrire il servizio 5G in almeno una città di ciascuno Stato membro dell’UE entro il 2020.

Il sostegno del Piano di investimenti per l’Europa ha consentito alla BEI di fornire a Cellnex il finanziamento a lungo termine necessario per garantire l’attuazione del progetto entro i tempi stabiliti. La garanzia del Piano Juncker consente alla BEI di mettere a disposizione fondi a sostegno di investimenti che, per struttura o natura, presentano un profilo di rischio più elevato ma che contribuiscono al rafforzamento della crescita economica e all’aumento dell’occupazione.

«Promuovere gli investimenti nell’innovazione è una delle priorità della BEI. L’accordo che abbiamo sottoscritto contribuisce ad assicurare l’ammodernamento delle infrastrutture di telecomunicazione in Spagna e in Italia; si tratta di investimenti che sono essenziali per il futuro sviluppo della telefonia mobile in Europa», ha affermato in proposito il Vicepresidente della BEI Román Escolano. «Parliamo inoltre di un progetto che avrà un impatto diretto e positivo sui cittadini, i quali potranno disporre di una copertura di telefonia mobile più ampia e di maggiore qualità.»

Jyrki Katainen, Vicepresidente della Commissione europea responsabile per l’occupazione, la crescita, gli investimenti e la competitività, ha dichiarato: «Viviamo in un’era sempre più digitale e abbiamo bisogno di infrastrutture in grado di sostenere l’obiettivo che ci siamo prefissi, ovvero un accesso a Internet ad alta velocità che sia ampiamente disponibile a prezzi competitivi per tutti gli Europei. Prendo atto con particolare soddisfazione di questo progetto transfrontaliero con Cellnex nel quadro del Piano di investimenti, in quanto avrà effetti tangibili sulla vita professionale e privata di molte persone in Spagna e in Italia.»

«Il prestito BEI combina tre elementi chiave, commenta il Direttore Finanziario di Cellnex Telecom, José Manuel Aisa: finanziamento a lungo termine a un costo altamente competitivo, proseguimento dell’assistenza ai nostri clienti nella densificazione delle rispettive reti, e integrazione della BEI come nuovo partner di lungo periodo in vista di un miglioramento e di un potenziamento delle reti di telecomunicazioni in Europa che continueranno anche in futuro. Da questo punto di vista siamo contenti anche del fatto che questa azione congiunta della BEI e di Cellnex possa contare sul sostegno del Fondo europeo per gli investimenti strategici che, nel quadro del Piano Juncker, promuove gli investimenti volti a incentivare la competitività e la crescita nell’Unione europea.»

 

La BEI e il Piano di investimenti per l’Europa

La Banca europea per gli investimenti (BEI) è l’istituzione finanziaria di lungo termine dell’Unione europea i cui azionisti sono i suoi Stati membri. Essa mette a disposizione finanziamenti di lungo periodo per progetti di investimento validi al fine di contribuire al conseguimento degli obiettivi strategici dell’UE.

Il Piano di investimenti per l’Europa, noto come «Piano Juncker», rappresenta una priorità assoluta per la Commissione europea. Il suo obiettivo centrale è incentivare gli investimenti atti a generare occupazione e crescita utilizzando in maniera più intelligente le risorse finanziarie, nuove o già esistenti, eliminando gli ostacoli, nonché fornendo visibilità e assistenza tecnica a determinati progetti di investimento.

Il Fondo europeo per gli investimenti strategici (FEIS) costituisce il pilastro principale del «Piano Juncker» e fornisce garanzie di prima perdita grazie alle quali la BEI può investire in un maggior numero di progetti cui spesso sono anche connessi maggiori rischi. I primi risultati concreti ottenuti grazie al FEIS sono già visibili. Secondo le previsioni, i progetti e gli accordi con finanziamenti approvati nel quadro del FEIS mobiliteranno 250 miliardi di EUR in investimenti e sosterranno circa 528 000 PMI nei 28 Stati membri.

 

Cellnex Telecom

Cellnex Telecom è il principale operatore europeo nel settore dei servizi e delle infrastrutture per telecomunicazioni wireless, con un portafoglio complessivo di 21 000 siti. La società opera in Spagna, Italia, Olanda, Francia, Svizzera e Regno Unito.

L’attività di Cellnex è strutturata in quattro macroaree: servizi per infrastrutture di telecomunicazione, reti per le trasmissioni audiovisive, servizi per reti di sicurezza ed emergenza, nonché soluzioni per la gestione intelligente di infrastrutture e servizi urbani (Smart cities e Internet delle cose – IOT).

La società è quotata nel mercato continuo della Borsa spagnola e fa parte degli indici IBEX35 e EuroStoxx600. Inoltre fa parte degli indici di sostenibilità FTSE4GOOD, CDP (Carbon Disclosure Project) e Standard Ethics.



Related content